Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Polizia amministrativa

 
 
 
 
 
 
 Home  Polizia amministrativa
Descrizione e presentazione dell'ufficio

Servizio Polizia amministrativa provinciale

sagra paesana con ballo

Provvede alla trattazione degli affari di competenza provinciale in materia di polizia amministrativa con particolare riferimento a spettacoli e trattenimenti pubblici, arte varia, gare motoristiche, manifestazioni ciclistiche sovracomunali, manifestazioni aeronautiche, attrazioni viaggianti, vendite a domicilio, agenzie di affari, commercio di cose antiche ed usate, produzione e commercio di preziosi, commercio di videocassette; cura l'attività di supporto alla Commissione provinciale di vigilanza sui teatri ed altri locali di pubblico spettacolo e l'attività di prevenzione nel campo della sicurezza con riferimento a tutti i locali di pubblico spettacolo/trattenimento; provvede agli adempimenti relativi alla normativa sul divieto di fumo nelle strutture provinciali e dei concessionari di servizi pubblici, nonché in tutti i locali soggetti al divieto di competenza provinciale; cura le attività connesse alla vigilanza e alle sanzioni in merito al divieto di somministrazione e vendita di bevande alcoliche ai minori di anni 18, previste dall'art. 4 della legge provinciale 3 agosto 2010, n. 19.


Link alla pagina istituzionale

Sede:


Orari di apertura al pubblico:

  • dal lunedì al venerdì: dalle 9.00 alle 13.00
  • il giovedì anche: dalle 14.00 alle 16.00
 

Come raggiungerci in via Petrarca 34/1 a Trento (link esterno alla pagina di Google Maps utile per localizzare l'indirizzo).

 
News
  • Commercio di cose antiche usate - obbligo del registro ex art. 128 T.U.L.P.S. (3900kb - PDF)

    Il Ministero dell'Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza - ha precisato, con circolare di data 21 marzo 2018, che i commercianti di cose antiche e usate hanno l'obbligo di tenere regolarmente il registro di pubblica sicurezza di cui all'art. 128 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

    Tale circolare ha chiarito definitivamente i dubbi sorti a seguito dell'abrogazione dell'art. 126 del T.U.L.P.S. (recependo le indicazioni del Consiglio di Stato di cui al parere di data 2 marzo 2018).

     
  •  
  • Misure di ordine e sicurezza pubblica in occasione di manifestazioni pubbliche

    Si invitano tutti i soggetti pubblici e privati coinvolti nell'organizzazione di manifestazioni pubbliche a leggere con molta attenzione le disposizioni richiamate dal Commissariato del Governo per la Provincia di Trento nella nota sottoriportata e ad attuare, per quanto di rispettiva competenza, tutti i relativi adempimenti.

     

    Si evidenzia conseguentemente la necessità di presentare le richieste di autorizzazione relative a manifestazioni di pubblico spettacolo e trattenimento almeno 30 giorni prima degli eventi, al fine di consentire alla Commissione Provinciale di Vigilanza l'adeguata istruttoria delle relative pratiche.

     

    Si precisa infine che, in presenza di un elevato numero di persone, il coinvolgimento della Commissione è tendenzialmente previsto anche per le manifestazioni all'aperto (per le quali non saranno quindi più utilizzabili i soli modelli verde o giallo) e che le citate direttive del Capo della Polizia non riguardano le piccole feste campestri/patronali di paese (che rimangono comunque soggette alle disposizioni attualmente vigenti). In ogni caso ogni situazione dovrà essere valutata per le sue particolarità, secondo buon senso.

     
 
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy